L’ACIDO IALURONICO NELLA CHIRURGIA GENGIVALE

L’odontoiatra fa ricorso alla terapia chirurgica quando è necessario “eliminare” i tessuti parodontali patologici e ricreare una forma fisiologica dei tessuti parodontali residui.

Il curettage permette di asportare l’epitelio sulculare degenerato ed il tessuto di granulazione sottostante. Il processo flogistico cronico viene trasformato in una ferita chirurgica che guarisce con la formazione del coagulo.

La gengivoplastica e la gengivectomia sono utilizzate per favorire la ricostruzione di una architettura gengivale ottimale da un punto di vista morfo-funzionale.

Tutte queste situazioni possono trarre giovamento dall’applicazione di acido ialuronico per le sue capacità di accelerare i processi riparativi di cicatrizzazione e di rimodellamento dei tessuti (1, 2). L’acido ialuronico è tra le prime molecole a raggiungere la ferita sia perchè prodotto dalle cellule epiteliali dei tessuti adiacenti la lesione sia perché proveniente dal circolo ematico. Esso facilita il richiamo delle componenti cellulari sia nella fase infiammatoria che in quella riparativa. Un microambiente della ferita particolarmente ricco in acido ialuronico permette la formazione di un coagulo più facilmente colonizzabile da parte dei fibroblasti che giocano un ruolo chiave nella processo riparativo, in quanto producono ed elaborano intorno a se tutta la matrice del nuovo tessuto. Infatti, i fibroblasti hanno elevate capacità di legare, incorporare per endocitosi e metabolizzare l’acido ialuronico esogeno (3).

La stretta correlazione tra funzionalità dei fibroblasti ed acido ialuronico nel favorire la cicatrizzazione e la riorganizzazione dei tessuti é altresì normalmente evidente in quanto in condizioni fisiologiche lo stesso fattore di crescita per i fibroblasti stimola le cellule del legamento periodontale e della polpa dentale a sintetizzare acido ialuronico come probabile meccanismo di rigenerazione tissutale (4, 5).

 

  • 1 Voinchet V, Vasseur P, Kern J. Efficacy and safety of hyaluronic acid in the management of acute wounds. Am J Clin Dermatol. 2006;7(6):353-7.
  • 2 Price RD, Myers S, Leigh IM, Navsaria HA. The role of hyaluronic acid in wound healing: assessment of clinical evidence. Am J Clin Dermatol. 2005;6(6):393-402
  • 3 Bertolami CN, Berg S, Messadi DV. Binding and internalization of hyaluronate by human cutaneous fibroblasts. Matrix. 1992 Feb;12(1):11-21.
  • 4 Shimabukuro Y, Ichikawa T, et al. Fibroblast growth factor-2 regulates the synthesis of hyaluronan by human periodontal ligament cells. J Cell Physiol. 2005 Jun;203(3):557-63.
  • 5 Shimabukuro Y, Ueda M, et al. Fibroblast growth factor-2 stimulates hyaluronan production by human dental pulp cells. J Endod. 2005 Nov;31(11):805-8

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *